Magnifica vista dell'arcipelago e della Corsica

Liscia di Vacca ▪︎ LDV276

villa in vendita ▪︎ Prezzo su richiesta

3

camere

3

bagni

225

m² casa

1400

m² giardino

Progettata dal famoso Arch. Savine Couelle questa porzione di villa tri-familiare è ubicata nel cuore di Liscia di Vacca, località storica della Costa Smeralda.
Gode di una splendida vista a 180 gradi sull'arcipelago della Maddalena fino alla baia di Cala Granu.
E' stata realizzata con materiali di pregio come pavimenti in cotto artigianale, bagni in marmo rosso di Verona o con ceramica di Vietri, travi in castagno nella zona giorno e archi e volte nei soffitti delle camere e dei bagni.
E' composta da una camera padronale con bagno interno, locale guardaroba e angolo salotto; da una seconda camera con bagno, da un bagno ospiti con doccia, cucina e da un grande salone con zona pranzo e portico panoramico. Al piano superiore ampia camera/studio con magnifica vista del mare e con un terrazzo pergolato.
Superficie coperta mq 225. Giardino di circa 1400 mq. Parcheggio coperto di 65 mq. con 3 posti auto.
La villa è in ottimo stato di manutenzione ed è dotata di condizionatori con tecnologia inverter in tutti gli ambienti, camino funzionante nel salotto, impianto tv satellitare, internet adsl, impianto di allarme sia a contatto che volumetrico.
Possibilità di ampliamento
L'immobile è dotato di certificato Ape. Classe B, indice 79.1690 kwhm2/anno.

B 31-50 kWh / m² anno

--

piscina

wi-fi

wi-fi

aria condizionata

aria condizionata

La vostra richiesta
+39 333 6006996

la zona: Liscia di Vacca

Località storica della Costa Smeralda. Si estende dal mare, con alcune tra le più prestigiose ville della Costa Smeralda davanti a piccole meravigliose spiaggette, al prestigioso Hotel Pitrizza e alla zona collinare, ricca di rocce e ginepri e con una vista spettacolare dell’Arcipelago di La Maddalena.

Design e fotografia di Andrea Bianco Fotografo a Porto Cervo e Costa Smeralda, Fotografo di Architettra e Real Estate, Brand and Web Design
fotografia e design
di Andrea Bianco